TELETHON 1 dicembre 2017


1 dicembre 2017 Teatro Zandonai

Partecipazione della Compagnia Artedanza con la performance: "La 12a Stanza“.

..La vera disabilità è quella dell’anima che non comprende…Quella

dell’occhio che non vede i sentimenti…Quella dell’orecchio che non

sente le richieste di aiuto…Solitamente, il vero disabile è colui che,

additando gli altri, ignora di esserlo...”


 Estratto dallo spettacolo “Il Brutto Anatroccolo”, la performance è un omaggio al pianista e direttore d’orchestra Ezio Bosso affetto da SLA, patologia neurodegenerativa che lo ha colpito nel 2011. La coreografia mette in luce la forza e il coraggio di Bosso, esempio di vita dal quale attingere per fronteggiare il muro del pregiudizio la tristezza e la paura di vivere.

 Regia e coreografia di Fabrizio Bernardini